Prepararsi al decollo : dance!!

Avete mai visto dare le indicazioni di sicurezza aerea con le hostess che ballano al ritmo di musica??!!

Tutto ciò succede sugli aerei della Cebu Pacific (Filippine)

cebu

Cliccate per godervi lo spettacolo!!! So cool!!!

http://youtu.be/Lqh8e2KYIrU 

 

Ed ecco anche la versione natalizia!

http://www.youtube.com/watch?v=aXY27Rwg6UQ 

Relax before school

Le vacanze estive stanno per concludersi, e in tutta la penisola fervono i preparativi per il nuovo anno scolastico. Dopo aver acquistato libri, zaino, quaderni e penne, perché non partire per un week-end sulle montagne dell’Alto Adige? Un pieno di ossigeno e aria pura che tornerà utile durante i lunghi e faticosi giorni autunnali.

Il posto ideale per concedersi questa breve ma intensa sosta di relax è il Sudtirol!

Cosa troveranno i vostri bambini? Musei interattivi, fattorie con animali da accarezzare, castelli per principi e
principesse, percorsi a corde alte per i più coraggiosi, gite in barca o su slitte trainate da cavalli. E quando si resta in hotel parchi gioco da fiaba e… per i più golosetti in qualche hotel sarà possibile immergersi anche in vasche piene di cioccolato! Il problema sarà poi convincerli a tornare a casa…

Il viaggio ideale è colorato! 

Una spiaggia al giorno

Antigua è considerata il gioiello delle piccole Antille, chiamata così da Colombo in onore di Santa Maria la Antigua, la Vergine da lui adorata a Siviglia.

A contribuire ulteriormente all’atmosfera magica di Antigua sono i vecchi mulini a vento in pietra, assurti a simbolo dell’isola e disseminati in gran numero tra le piantagioni abbandonate di canna da zucchero.

Antigua è conosciuta come l’isola delle 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno. Tra le più belle Fryes Beach, Darkwood Beach, ampia spiaggia di fine sabbia bianca lambita da mare azzurro, Johnsons Point, Half Moon Bay, considerata la più bella di Antigua, e Long Bay, una tranquilla baia protetta dal reef. Il mare è turchese e di un blu intenso più al largo, ideale per gli amanti dello snorkeling. La spiaggia è molto frequentata, anche perchè è proprio in questa baia che si trova l’Indian Town Point, uno dei paesaggi più spettacolari di tutta Antigua in cui è possibile ammirare il Devil’s Bridge, il Ponte del Diavolo, arco di roccia naturale sempre battuto dalle onde dell’Atlantico.

A 45 km da Antigua c’è la piccola Barbuda, molto meno turistica della più moderna Antigua. Abitata da meno di 200 isolani dediti prevalentemente alla pesca, l’isola corallina di Barbuda ha spiagge bianco-rosa che sono spesso deserte.

Il viaggio ideale è colorato! 

La piscina…esagerata!

Per gli amanti della piscina, due gioielli dalle misure esagerate!

A San Alfonso del Mar, a poco più di 90 chilometri da Santiago del Cile, si trova una vera piscina per battaglie navali con natanti a grandezza naturale, regate, gare di off-shore… E’ lunga 1.013 metri, ospita 250.000 metri cubi di acqua, occupa una superficie complessiva di 8 ettari e raggiunge una profondità massima di 35 metri.
Dispone, inoltre, di ristoranti, sale conferenze, cinema, pub, un anfiteatro all’aperto, un centro benessere, diversi campi sportivi, spiagge a temperatura controllata, una discoteca ed un acquario.

Questo grande gioiello di esagerazione è stato progettato dalla Crystal Lagoons Corporation. L’acqua è mantenuta a una temperatura di 26°C.
L’intero progetto è costato circa un miliardo di dollari e avrà un costo annuale di manutenzione pari a 2 milioni di dollari.

Invece, a Uccle, cittadina del Belgio nei pressi di Bruxelles,  è stata costruita la piscina più profonda del mondo, ben 33 metri. Costata 3,2 milioni di euro la piscina si chiama chiamata Nemo 33.

Nemo 33 è la più grande piscina per immersioni al mondo dove, nelle sue acque cristalline riscaldate a circa 30/33 gradi, ci si può immergere fino a 33 metri di profondità. La piscina è nata da un’idea di, John Beernaerts, un sub esperto che ha pensato di portare nella fredda Europa l’esperienza delle immersioni nelle acque tropicali.

Tutta la piscina è stata progettata per offrire le più diverse esperienze che si possono trovare in mare aperto: munita di piattaforme, grotte sommerse, tre campane d’aria a pressione costante e oblò attraverso i quali i visitatori possono vedere chi si trova in immersione nella vasca.
Ma anche l’acqua è da record. La vasca contiene infatti 2.500.000 litri di acqua di sorgente cristallina che permette una visibilità di più di 30 metri mantenuta a 30° grazie a dei pannelli solari.

Il viaggio ideale è colorato! 

In giardino con Sissi

I Giardini di Castel Trauttmansdorff, adagiati ai margini orientali della città di Merano, in Alto Adige, destano entusiasmo e ammirazione per la varietà della loro offerta paesaggistica: su una superficie di 12 ettari, la meta turistica più amata dell’Alto Adige presenta infatti oltre 80 ambienti botanici, con piante originarie di ogni angolo del mondo.

La particolarità di questo enorme giardino sta nel fatto che all’interno della suo vasto spazio sono stati ricreati gli habitat di piante provenienti da tutto il mondo, ammirabili attraverso un saliscendi di sentieri che portano il visitatore a diretto contatto con tutte le specie vegetali presenti e che ci fanno fare un viaggio ideale attorno al mondo, attraversando oltre 80 ambienti botanici, suddivisi in quattro grosse aree per donare al visitatore la sensazione di trovarsi veramente nei continenti perché rappresentati da una vegetazione costituita da circa 5.800 specie e varietà diverse con un totale di 700.000 piante !!! Uno spettacolo unico in ogni stagione.

I Giardini sono stati consegnati alla storia però perché nel 1870 Sissi, Imperatrice d’Austria, vi giunse per la prima volta. Si stabilì con le figliolette Gisela (14 anni) e Marie Valerie (2 anni) all’ultimo piano del castello, nelle stanze affrescate e con soffitti lignei riccamente decorati. L’enorme corte di 102 persone al seguito dell’Imperatrice si sistemò nelle residenze nobiliari e nei castelli dei dintorni.

La fama di Merano come luogo di cura nacque proprio allora, allorché poche settimane dopo i giornali di Vienna riferirono come la salute della cagionevole Marie Valerie fosse già migliora nel clima mite della città termale. Sissi, l’imperatrice tanto amata dai suoi sudditi, rimase a Castel Trauttmansdorf sette mesi e ricevette quattro volte la visita dell’Imperatore Franz Josef.

A Merano nel 2011, due parchi, seppur profondamente diversi tra loro, festeggiano un anniversario importante: idealmente collegati dal Sentiero di Sissi (un percorso che collega il centro cittadino ai giardini di castel Trauttmansdorff, passando fra ville signorili ed eleganti parchi), i Giardini di Castel Trauttmansdorff celebrano il loro primo decennio di vita, mentre il Parco di Elisabetta, nel cuore della città di Merano, compie 150 anni.

Il viaggio ideale è colorato! 

Il giro del mondo senza aereo

Eddy Cattaneo, il blogger che voleva calpestare passo passo tutto il mondo, in 467 giorni ha attraversato 34 Paesi e percorso 108.000 km. Il tutto a piedi, in bici e qualche nave cargo. Un’avventura d’altri tempi per sentire la terra cambiare sotto i piedi giorno dopo giorno.

Ma da dove nasce la decisione di non prendere gli aerei per girare il mondo? “Non avevo limiti di tempo né di spazio – spiega – quindi volevo vedere tutto. L’aereo ti consente di prendere delle scorciatoie, ma così salti dei pezzi, in qualche modo è come se barassi. Io volevo calpestare passo passo tutto il mondo”.

Perchè si parte ? “Forse per riempire una mappa vuota, o per perdersi o forse solo per giocare in un prato più grande”.

E’ possibile leggere il diario di questo viaggio in Mondo via terra (Feltrinelli, 2011).

Il viaggio ideale è colorato! 

Bat…baby!

Una notte tra i pipistrelli per scoprire che non succhiano il sangue ma si nutrono soprattutto di insetti e zanzare, non sono pericolosi, non portano sfortuna e non si sono mai attaccati ai capelli di nessuno. Anzi, riescono a evitare persone, alberi e ogni tipo di ostacolo anche nel buio più fitto, grazie al loro prodigioso radar naturale.

I simpatici animaletti sono i protagonisti delle Bat Night, le “notti dei pipistrelli”, all’interno del Parco dei Gessi Bolognesi e delle aree naturalistiche confinanti. I bambini saranno accompagnati da un esperto e muniti di Bat Detector, una speciale apparecchiatura che consente di ascoltare, convertendoli in frequenze udibili all’uomo, gli ultrasuoni che questi straordinari mammiferi usano per orientarsi.

Sei gli appuntamenti tra agosto e settembre, a prenotazione obbligatoria. La visita è gratuita ma il numero di partecipanti è limitato per non disturbare troppo gli animali. L’iniziativa fa parte del progetto europeo Life+Gypsum, per la salvaguardia della biodiversità. L’area dei Gessi (le formazioni rocciose di selenite scintillante diffuse sugli appennini emiliani) è infatti un ecosistema unico che ospita molte specie animali e vegetali di grande interesse. Tra di esse, diverse varietà di pipistrelli, che i giovani ospiti e i loro accompagnatori impareranno a riconoscere durante la visita.

Il viaggio ideale è colorato! 

Articolo correlato:

Un anfiteatro per il volo dei pipistrelli!

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 515 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: