La vacanza “disconnessa”

Se siete fra coloro che intendono la vacanza come “staccare la spina”, se sentite la necessità di “sconnettervi”, perché troppo dipendenti da notebook, smartphone, connessioni varie e tecnologia in genere… esiste la vacanza per voi

Si è iniziato a parlare di soggiorni anti stress o vacanze off-line perché, secondo un sondaggio condotto dall’Ente del Turismo dell’arcipelago caraibico, è stato rilevato che oltre un quarto degli intervistati trascorre più di cinque ore al giorni connesso a computer, telefoni e tv. Il dato più rilevante è che quasi la metà ammette di essere cosi tanto tecno-dipendente da non riuscire ad ignorare nè mail nè sms e che la maggior parte degli intervistati sostiene di sentirsi insicuro e spoglio senza i propri dispositivi tecnologici.

A nord est delle coste del Venezuela è stata ideata la De-tech Holiday di Black Tomato, nell’arcipelago delle Piccole Antille, nella quale viene stroncata sul nascere ogni tentazione dalla tecnologia. Basti sapere che a Young e Palm Island sono categoricamente vietati televisori, telefoni ed internet… ma sono piene di tutti gli altri comfort!

Se state già temendo di non saper controllare l’impulso irrefrenabile di connettersi al pc sotto l’ombra delle palme, niente paura! A vostra disposizione ci sarà un personal trainer pronto a intervenire nei momenti più difficili! E non mancheranno letture scientifiche che introducono al de-teching e sessioni di approfondimento.

Per i più tecno-dipendenti esiste anche una soluzione più “spartana”, proposta, però, dal Resort messicano Eco Tulum: qui si rinuncia volentieri anche all’elettricità! E’ il massimo della vacanza per chi si vuole rigenerare con lunghe dormite, salutari nuotate, emozionanti snorkeling e, al massimo, una seduta di yoga.

Il viaggio ideale è colorato!

L’Hotel del divorzio!

Chi ha detto che la fine di un matrimonio non debba essere “celebrata”?

Succede nell’Hotel Casa Velas a Puerto Vallarta in Messico, che ha preso l’occasione per sdrammatizzare il triste evento, offrendo un pacchetto speciale da veri vip in tale occasione. Il suo nome è “Divorcee Package” e prevede una vera a propria cerimonia di sepoltura per l’anello nuziale. Incluso nel package c’è l’alloggio nella suite presidenziale, un trattamento termale per tornare rigenerati ma anche un giro terapeutico… di shopping sfrenato!

A Milano all’Hotel Smeraldo si festeggiano i Divorzioparty, dove avrete la possibilità di stare insieme a persone nuove che hanno condiviso la vostra stessa esperienza.

A Mumbai, invece, sono stati creati i viaggi salva-coppie. Qui il pacchetto con consulente porta invece ad una vacanza rilassante e tranquilla con il partner, che possa rigenerare il matrimonio.

Il viaggio ideale è colorato!

Puoi leggere anche:

La casa sottile delle nozze

Nozze con omaggio!

Festeggia il primo anniversario di nozze sposandoti!

Ci sono mete che ti regalano sogni, altre che fanno da cornice a un sogno, come quelle del proprio viaggio di nozze.

Ci sono mete come Australia, Estremo Oriente, India, Messico, Guatemala, Egitto, Duba, Giordania, Israele e Marocco che aggiungono al vostro viaggio di nozze anche uno splendido regalo!

Scegliendo una di queste splendide destinazioni avrete in regalo il week-end del vostro primo anniversario di nozze in una località romantica d’Europa!

Cogli al volo quest’opportunità, fissa subito un appuntamento con il tuo Travel Wedding Designer:

+39 3939366454 oppure +39 063975418

romaprati@travelbuy.it

Vip Holiday Viaggi, viale Mazzini 149, 00195 Roma.

 

Il Travel Designer ti cuce letteralmente addosso, come fosse un sarto, il tuo viaggio di nozze ideale!

 

Puoi leggere anche:

Dipinto di un viaggio di nozze

Pronto? Vorrei una vacanza a domicilio, grazie!

Hotel che valgono un…TUBO!

Tutto ha avuto inizio quando il designer Andreas Strauss si è messo in testa di creare una sistemazione “minimal” e di facile accesso…

Nasce così a Ottensheim in Austria il Dasparkhotel: le stanze sono ricavate da tubi di cemento… beh, quelli utilizzati, per intenderci, per realizzare le fogne cittadine!

L’idea è quella di sfruttare dei grossi tubi di cemento, talvolta sovrapposti, per realizzare bizzarre camere dotate di letto matrimoniale e con una grande porta finestra ad oblò.

Ora da Ottensheim la formula dell’hotel nel tubo trova consensi e si allarga fino ad arrivare in Messico a Tepoztlan, dove gli appassionati del genere possono sperimentare l’originale comodità del TuboHotel.

Un’idea..low cost!

Il viaggio ideale è colorato! 

Tanti buoni motivi per restare a letto!

Luna di miele, passione selvaggia, romanticismo, qualsiasi sia il motivo per cui volete prolungare la vostra permanenza a letto, fatelo in una di queste camere … a cielo aperto!

1. St. Regis Princeville Kauai, Hawaii

Suite Bali Hai, prende il nome dalla cima della leggendaria montagna visibile dall’hotel e resa celebre dal film South Pacific.Sarete accolti con champagne, tartufi e cioccolato artigianale. Vi immergerete in ampie vasche idromassaggio circondati da finestre con vetri che cambiano dall’opaco al traslucido grazie a un interruttore: il bagno potrà essere così discreto o audace.  Un maggiordomo privato sarà al vostro servizio, ma capirà se si opta per “Non disturbare” per l’intero soggiorno!

2. Amangiri, Canyon Point, Utah

Amangiri (montagne tranquille) si trova su 600 acri a Canyon Point, nel sud dello Utah, vicino al confine con l’Arizona. Il resort è nascosto in una valle protetta con una stupenda vista verso il Grand Staircase – Escalante National Monument. Costruito intorno a una piscina centrale con una vista spettacolare, le camere offrono anche spazi esterni per dormire a cielo aperto.

3. Leopard Hills, Sabi Sands Private Game Reserve, Sudafrica

All’inizio era un rifugio per scappare dagli animali selvaggi, ora è un resort costruito attorno a un albero di 500 anni con una vista esclusiva sulla savana. Il personale lascia una poesia africana in camera quando è il momento di ritirarsi, in modo da avere un dolce inizio a ciò che di sicuro sarà una notte … selvaggia!

4. Blanket Bay, Glenorchy, Nuova Zelanda

Vi addormenterete guardando gli sfondi della trilogia de Il Signore degli Anelli. Il rifugio prende il nome dalle coperte di lane utilizzate nel 1800 dai pionieri. Docce a vapore, e camini in pietra in ogni stanza.

5. Loi Suites, Hotel Iguazú, Puerto Iguazú, Argentina

Proprio fuori dalla vostra finestra vedrete tucani, picchi, e colibrì svolazzare tra palme e alberi di palissandro, fiorire orchidee e papaia, e maturare mango. Le camere in bambù, cuoio, legno e mobili indonesiani, danno tutte sulla foresta.

6. Las Ventanas al Paraíso , a Los Cabos, Messico

Il luogo ideale per una fuga romantica, a vostra disposizione potrete: prendete un cavallo in carrozza attraverso il deserto di Los Cabos all’alba o al tramonto, ricevere un messaggio romantico in una bottiglia consegnata alla spiaggia mentre cenate sulla sabbia con un falò, regalare una serenata con un Trio messicano, guardare le stelle con un telescopio dalla vostra stanza.

7. Blue Mountains Safari Private, Australia

Il nostro campo rigorosamente privato e’ stato creato in modo da esporre gli ospiti alla vista, ai rumori, alla vita dei cespugli, possano essere i kookaburra al mattino oi canguri che vengono ad abbeverarsi al fiume alla sera.Sistemati in uno swag australiano (un sacco a pelo con materassino) – ma in una versione deluxe sopraelevata con un bel materasso spesso, lenzuola 100% cotone, piumino per le notti più fredde ed un’ampia scelta di cuscini – dormirete sotto le stelle circondati solo dagli alberi di eucalipto, ascolterete i rumori della Natura, al mattino sentirete cantare i kookaburra o alla sera vedrete passare i canguri che vengono ad abbeverarsi al fiume.

8. L’Albereta, Erbusco (BS), Italia

In un resort a 5 stelle immerso nelle colline della Franciacorta, a Erbusco (Brescia) a pochi minuti dal Lago d’Iseo, nella Suite Cabriolet de L’Albereta semplicemente premendo un pulsante è possibile far scorrere il tetto su rotaie invisibile e lasciare che il cielo entri nella stanza.

9. La Loisaba Wilderness Lodge, Kenya

Sfruttando le bellezze naturali del posto e il cielo terso 300 giorni all’anno il popolo Maasai Laikipiak ha creato gli “Star Beds” – letti delle stelle – ricavati da un carretto o da una vecchia Land Rover. Sono situati su piattaforme di legno semi-coperte da tettoie in paglia e possono essere spostati interamente nella zona scoperta per provare l’emozione di una meravigliosa notte sotto le stelle africane.

10. Adrère Amellal, Oasi di Siwa, Egitto

Ognuna delle 40 camere è stata costruita a mano con muri di fango e cristalli di sale, un’oasi ai piedi di una montagna bianca considerata sacra dalla popolazione locale. A fare luce oltre che a creare un’atmosfera romantica sono fiaccole, candele in cera d’api e innumerevoli stelle che risplendono ancora di più calate nell’oscurità del deserto. I letti sono fatti di canne di palma, con piumini e lenzuola in cotone egiziano.

11. Killa Bhawan, Jaisalmer, Rajasthan, India

Quasi al confine con il Pakistan, a Jaisalmer nel Deserto del Thar si trova un hotel costruito dentro le mura di un forte che sovrasta la città. Il Killa Bhawan, di proprietà italiana, è decorato da arredi in legno e seta dai colori vivaci. Offre ai propri ospiti la possibilità di dormire sul tetto-terrazza per un’indimenticabile esperienza della leggendaria Città D’Oro, così chiamata per il colore della pietra calcarea con cui venne scolpito il forte.

12. Ol Donyo Wuas, Amboseli, Kenya

La struttura recettiva è piccola e raccolta composta da 20 suite con “letti delle stelle” sul tetto delle camere: vedere le pendici innevate del Kilimangiaro illuminate dalla luce della Luna comodamente accoccolati tra fresche lenzuola di lino è un’esperienza imperdibile.

13. Lapa Rios, Costa Rica

Alla Lapa Rios Ecolodge la parola d’ordine è ecologia: immersa nel verde del Parco Nazionale del Corcovado, utilizza energia solare per produrre energia elettrica e materiali locali per le sue strutture.

14. Ladera Resort, St. Lucia, Caraibi

Il Ladera Resort offre un’esperienza caraibica ben lontana dall’ordinario: ognuna delle sue 9 ville e 23 suite ha infatti una particolarità, il lato ovest è privo di parete.

15. Kanuhura Resort, Maldive

Sotto solo mare, sopra solo cielo e a pochi metri una lingua di sabbia bianca e finissima. Accessibile solo tramite idrovolante, 35 minuti da Malé, l’hotel è un’oasi di pace e relax.

16. Six Senses Hideaway Samui, Thailandia

Questo resort usa reti da pesca come decorazione, anche sopra i letto a baldacchino, le camere sono con vista a 180 gradi sul mare.

Il viaggio ideale è colorato! 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 515 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: