Dormir…di ghiaccio!

In Svizzera vi aspetta un Natale 2011 da lasciare tutti di… ghiaccio! Torna infatti la proposta svizzera degli Hotel-Igloo!

Il villaggio-igloo di Zermatt, nel Vallese, è storico. Sono anni ormai che tra Riffelberg e il Gornergrat si diventa eschimesi e si prova a vivere come loro. Dal bar alla lobby dell’albergo, dalla Whirlpool, gelata ma bollente, al ristorante tutto è rigorosamente di ghiaccio. C’è posto solo per 30 persone: poche “camere” di neve, finemente decorate da artisti Inuit venuti dal Canada proprio per arredare gli igloo.

L’hotel-igloo Engelberg Titlis sorge invece a 1800 metri d’altitudine. Sette igloo, per sei o due persone, attrezzati con ogni comfort, dalla spa riscaldata all’aperto al ristorante che serve fonduta no stop (ottima la fondue al gruyère).

Nel cantone dei Grigioni, a Disentis Sedrun, l’igloo per dormire bisogna costruirselo. Insieme ad “architetti” del ghiaccio si modella la neve per creare il rifugio. Per sicurezza, meglio portarsi da casa sacco a pelo, materassino e una tenda da campeggio, in caso andasse storto qualcosa.

L’esperienza da eschimese da quest’anno si fa anche a Davos, paradiso sulle Alpi svizzere rinomato per l’area sciistica di Parsenn. Dopo la giornata sulle piste, pronti ad accogliere gli sportivi ci sono 17 igloo indipendenti collegati da lunghi corridoi. Anche qui non manca l’angolo benessere, con sauna integrata e idromassaggio ghiacciato a 2620 metri.

In Engadina troviamo Muottas Muragl.  Qui, a quota 2456 metri, un folto gruppo di abili ‘artigiani del freddo’ lavora a tutto ritmo a partire dalle prime nevicate per dare vita a questo hotel tanto bello quanto effimero: l’apertura, infatti, è prevista il 25 dicembre e la chiusura il 9 aprile, prima che la primavera se lo porti via.

Buon ghiaccio a tutti!

Il viaggio ideale è colorato!

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 426 follower